Bumblebee, recensione del film diretto da Travis Knight

Bumblebee, recensione del film diretto da Travis Knight.

È il 1987 e a Brighton Falls, una piccola città balneare della California, vive Charlie, diciottenne in perenne lotta con la famiglia a causa delle seconde nozze della madre, risposatasi dopo la morte di suo padre. Charlie, che lavora nel parco giochi locale, trova presso uno sfasciacarrozze un vecchio maggiolino color giallo. Decisa a ripararlo scoprirà ben presto che non si tratta di una semplice auto ma di un Autobot. Capace di trasformarsi in un Robot da lei ribattezzato Bumblebee

Bumblebee, recensione del film diretto da Travis Knight
  • Save
Film imperdibile per amanti dei finali accomodanti, di una decade a suo modo indimenticata e, ovviamente, per coloro che desiderano proseguire la saga dei Transformers.

Il ritorno agli anni ’80, tanto caro al mondo del cinema di oggi, sforna una nuova pellicola sull’onda del revival inaugurato dalle serie 13 Reasons Why e Stranger Things unendo sentimenti, come amicizia e lealtà, ai Robot Transformers, giocattoli provenienti proprio dagli ‘80, riuscendo a generare un prodotto adatto a giovani e meno giovani in un prequel che parte molti anni prima degli eventi narrati nel corso della prima pellicola Transformers, uscita nelle sale nel 2007.

John Cena, Wrestler dal fisico scolpito e prestato ancora una volta al mondo di celluloide, si cala nel ruolo di un militare ligio ai propri doveri personali e morali. A questi si aggiunge la pop star ventiduenne Hailee Steinfeld, nel ruolo di Charlie.

Entrambi riescono ad aggiungere a un film, perfettamente disegnato dalla sapiente mano della scenggiatrice Christina Hodson e diretto altrettanto efficacemente da Travis Knight, alla sua seconda pellicola in cabina di regia, una veste pop che con gli scontri fra Autobot e Decepticon, ovvero buoni e cattivi, le evoluzioni di Bumblebee, l’amicizia che si genera fra quest’ultimo e la giovane Charlie, e gli inseguimenti perpetrati dall’esercito, richiama alla fine nemmeno troppo velatamente E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg, che in questo caso riveste il ruolo di semplice produttore esecutivo.

Colonna sonora di grande qualità, imbevuta di ‘metallo’ e pop proveniente direttamente dagli ‘80ies.
Film imperdibile per amanti dei finali accomodanti, di una decade a suo modo indimenticata e, ovviamente, per coloro che desiderano proseguire la saga dei Transformers.

Bumblebee (Id.) USA 2018 Regia di: Travis Knight. Genere: Fantascienza, Avventura Durata: 115′. Cast: Hailee Steinfeld, John Cena, Pamela Adlon, Peter Cullen, Kenneth Choi, Jorge Lendeborg Jr. , Marcella Bragio, John Ortiz. Fotografia: Enrique Chediak. Musiche: Dario Marianelli. Sceneggiatura: Christina Hodson.

Bumblebee, recensione del film diretto da Travis Knight.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link