Brutti, sporchi e cattivi, recensione Blu-Ray CG Entertainment

Brutti, sporchi e cattivi, recensione del Blu-Ray CG Entertainment.

In una comunità di baraccati alla periferia di Roma si assiste alle vicende tragiche e cupe di una famiglia capeggiata dal cinico e crudele capofamiglia, interpretato da Nino Manfredi. Anche gli altri, però, non sono da meno…

Pasolini non abita più qui. La Roma dei baraccati, qui capeggiati da un immenso Nino Manfredi, ultimo rifugio dei custodi ingenui e inconsapevoli di virtù dimenticate nelle civiltà metropolitana, non è questa. Qui serpeggia il tradimento. La volontà di migliorare la propria condizione sociale a tutti i costi e soprattutto una meschinità che avrebbe dell’animalesco, se non fosse così tipicamente umana.

Brutti, sporchi e cattivi, recensione Blu-Ray CG Entertainment.
  • Save
“Brutti, sporchi e cattivi” come non lo avevamo mai visto, in un’edizione Blu-Ray di qualità.

Ettore Scola non è certo il primo a parlare di questo lato oscuro della povertà. Ma di certo il suo film è un’eccezionalità nell’Italia di quel periodo. Un Italia così piena di retorica pasoliniana, da cercare per forza, nelle miserie umane, delle qualità che probabilmente non esistevano in mezzo a quella disperazione. La volgarità è la colonna portante di questo film, una volgarità che per molti potrebbe risultare fastidiosa. Un fastidio che può sorgere nell’esibire corpi mutilati, donne che nulla hanno a che fare con le matrone felliniane, incesti e tentativi di avvelenamenti e omicidi fra consanguinei. Il tutto rappresentato attraverso il filtro del grottesco, che però non addolcisce né maschera la realtà raccontata.

Un film intenso e spietato, interpretato da un immenso Nino Manfredi. Un affresco del sottoproletariato nella periferia romana degli anni ’70 nel ritratto impietoso e grottesco di Ettore Scola. Imperdibile!

Brutti, sporchi e cattivi, recensione del Blu-Ray CG Entertainment.
Il film prodotto e distribuito da CG Entertainment in collaborazione con Surf Film è presentato nel formato di 1,85:1 con una risoluzione di 1920×1080 pixel. La confezione è una gradevole Slipcase Limited Edition Numerata contenente un’amaray trasparente con Artwork interno dove sono impressi i nomi di tutti i partecipanti al Crowdfunding Start-Up. Ottimo e convincente il nuovo master HD che dona una nuova vita al film. La qualità del Blu-Ray è elevata, con un’immagine limpida e definita che riesce a esaltare la bella fotografia di Dario Di Palma. Durante la visione si possono notare alcuni passaggi con un contrasto meno definito, ma nulla di particolarmente grave. Complessivamente siamo difronte a una signora edizione, che non può mancare nella collezione di ogni Cinefilo.

Sul versante audio troviamo due traccie in Italiano, DTS HD Master Audio 2.0 e Dolby Digital 2.0. Il risultato complessivo è discreto, anche se è preferibile la traccia in semplice Dolby Digital 2.0. per pulizia e un maggior coinvolgimento sonoro. Da notare che entrambe le traccie risultano talvolta ovattate con una leggera perdita nei dialoghi.

Come extra contenuti nel Blu-Ray troviamo il solo trailer. Ma all’interno della confezione troviamo un interessante Booklet di 24 pagine a cura di Elisa Baldini che analizza l’opera nei minimi particolari.

Acquista la tua copia di “Brutti, sporchi e cattivi”

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link