Clerks – commessi, recensione del film di Kevin Smith

Clerks – commessi, recensione del film di Kevin Smith.

Dante Hicks, ventiduenne commesso del Quick Stop Groceries, negozio di alimentari e noleggio videocassette, rinuncia al suo giorno di riposo per sostituire un collega assente. Nel corso di quella giornata la visita di numerosi avventori, uno più bizzarro dell’altro, la trasformeranno in un vero inferno.

Clerks – commessi, recensione del film di Kevin Smith
  • Save
Fu girato con due soldi che incassò cento volte il suo budget iniziale diventando un film di culto.

Kevin Smith, regista di culto del cinema underground indipendente e che all’epoca lavorava realmente nel negozio che fece da set alla pellicola, inventò una giornata tipo di una coppia di commessi sui generis. Parodiando la propria vita ed esaltando i discorsi e gli incontri folli che lo accompagnavano regolarmente. Il risultato finale fu un film girato con pochissimi mezzi, sfruttando le proprie amicizie. Girato quasi esclusivamente in presa diretta e notturna o durante gli orari di chiusura del negozio.

Un film scomposto in undici capitoli capaci di rappresentare altrettante situazioni paradossali. Con clienti ai limiti della follia, dialoghi contorti e due ragazzi: Dante, impersonato dall’amico del regista Brian O’Halloran e il suo collega Randal, Jeff Anderson, in grado di passare da discorsi sulla Morte Nera, ai super eroi Marvel per concludersi con le prestazioni sessuali delle ex fidanzate.

Ai due commessi e alla loro bizzarra clientela si aggiungono due spacciatori perennemente alla porta del negozio. Jay e Silent Bob, quest’ultimo interpretato dallo stesso Smith, che diventeranno il marchio di fabbrica di un universo underground in perenne bilico fra miriadi di citazioni cinematografiche e fumettistiche.

A visione ultimata ci si trova al cospetto della prima pellicola generazionale di una trilogia che proprio in questi giorni sta per completarsi, con i protagonisti cresciuti assieme ai loro personaggi, ma che nei primi anni ‘90 non desideravano altro che continuare a prendersi con leggerezza, pur trovandosi di fronte a un’età adulta ormai alle porte.

Clerks – commessi (Clerks.) USA 1994 Regia di: Kevin Smith. Genere: Commedia Durata: 94′. Cast: Kevin Smith, Brian O’Halloran, Jeff Anderson, Marylin Ghigliotti, Lisa Spoonaure, Jason Mewes, Al Berkowitz. Fotografia: David Klein. Musiche: Scott Angley. Sceneggiatura: Kevin Smith.

Clerks – commessi, recensione del film di Kevin Smith.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link