Come un gatto in tangenziale, la recensione del film

Come un gatto in tangenziale, la recensione del film di Riccardo Milani.

Ingredienti: prendete un quartiere sottoproletario, una donna brillante ma coatta, un esperto in politiche abitative, due ragazzini innamorati e una tribù di personaggi da commedia all’italiana ed ecco lo sfondo per il riuscito film di Riccardo Milani.

Come un gatto in tangenziale, la recensione del film.
  • Save

Una commedia gradevole, con un messaggio sociale esplicito.

A confronto, o meglio allo scontro ambienti sociali diversi, l’uno la zona del centro con un Albanese perfetto nei panni del milanese progressista e un po’ teorico (Giovanni). L’altro con una strepitosa Paola Cortellesi (Monica), mamma di uno dei due ragazzini che frequenta la figlia di Albanese, entrambi tredicenni. Con l’intento di tarpare sul nascere la relazione tra i due adolescenti, Monica e Giovanni si alleano controvoglia e lentamente impareranno a conoscersi e a stimarsi.

Una serie di gag impreziosiscono il racconto filmico senza scadere nella risata crassa, nella battuta facile da Cinepanettone sbrodolante e adorante degli incassi facili. Si intuisce qui l’influenza benigna che su di lui hanno esercitato i registi di cui è stato assistente, i vari Moretti, Monicelli, Luchetti, figure oramai leggendarie del cinema italiano.

Commedia gradevole, con una sceneggiatura azzeccata e un messaggio sociale esplicito, memorabile il discorso sulle periferie di Giovanni a Bruxelles. Questo “gatto” graffia al punto giusto, riesce a suscitare curiosità, cosa non facile per un film leggero. Utilizzando un registro narrativo grottesco, in cui le fisionomie caratteriali dei protagonisti risultano moltiplicate per mille. Il regista tenta di scuotere la passività dello spettatore, offrendo un ritratto apparentemente scanzonato di due mondi spesso inconciliabili.

Scritto oltre che da Milani, dalla consorte Cortellesi, Giulia Calenda e Furio Andreotti ha ricevuto numerose candidature, Ciak d’oro nel 2018 alla Cortellesi e Abanese come miglior attori protagonisti. E sempre nello stesso anno Globo d’oro ancora alla Cortellesi e Nastro d’argento come miglior commedia a Riccardo Milani.

Come un gatto in tangenziale (Id.) Italia 2017 Regia di: Riccardo Milani. Genere: Commedia Durata: 100′. Cast: Antonio Albanese, Paola Cortellesi, Sonia Bergamasco, Luca Angeletti, Claudio Amendola, Alice Maselli, Simone de Bianchi. Fotografia: Saverio Guarna. Musiche: Andrea Guerra. Sceneggiatura: Riccardo Milani, Paola Cortellesi, Giulia Calenda, Furio Andreotti.

Come un gatto in tangenziale, la recensione del film di Riccardo Milani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link