Equals, recensione del Blu-Ray distribuito da CG Entertainment

Equals, recensione del Blu-Ray distribuito da CG Entertainment.

Equals è un film di fantascienza diretto da Drake Doremus ambientato in un futuro imprecisato dove vivono esseri umani privati di qualsiasi emozione. La società, qui rappresentata dalla città di Atmos, vive una felicità programmata, senza sentimenti. Messi al bando da tempo in quanto ritenute responsabili della guerra scatenatasi tempo prima che ha distrutto gran parte del globo.

Equals, recensione del Blu-Ray distribuito da CG Entertainment.
  • Save

Equals ha la capacità di porre degli interrogativi, risultando più attuale che mai…

Alla rimozione del substrato emozionale ha provveduto l’applicazione di tecniche avanzatissime di ingegneria genetica. Capaci di estirpare fin dallo stato embrionale qualsiasi struttura deputata alla elaborazione. Uno spegnimento del sistema limbico, annessi i ricordi, un annebbiamento semi-permanente della memoria. Ne consegue il totale divieto di intrattenere relazioni carnali, di provare emozioni, trasporti affettivi, manifestare i propri stati interiori.

Una struttura sociale dominata dall’impersonalità, dal grigiore, dalla limitatezza delle scelte personali. Produttività e performance sono la nuova religione, il tutto condito con un alto livello di efficienza tecnologica. Insomma, un inferno per poeti e artisti, vita dura per i sognatori. L’io-mondo si è inaridito, consegnandosi all’uno dell’opacità programmata, della ripetitività comportamentale, del quotidiano indifferente.

Chi si accorge delle proprie emozioni, ridotte così a patologia, può ricorrere a specialisti che forniranno loro inibitori e interventi di rielaborazione collettive. Le gravidanze vengono ottenute in laboratori, pena l’allontanamento dagli altri e il rinchiudi mento a vita in una struttura detentiva. Senonché due giovani decidono di infischiarsene e intraprendono una dura lotta che li porterà ad esiti imprevedibili.

Figlio della letteratura distopica più dirompente del ventesimo secolo, in primis Il mondo nuovo, ma anche 1984, Fahrenheit 451 e Non lasciarmi, tutti e tre portati sul grande schermo con un discreto successo di pubblico, Equals rappresenta un mondo terribile, dominato dal pensiero unico dove c’è solo spazio per le facoltà performative dell’individuo, quasi decretato e reso docile dall’assenza di qualsiasi possibile critica agli assetti dominanti del mondo.

Equals, recensione del Blu-Ray distribuito da CG Entertainment.

Il film prodotto da Leone Film Group e Adler Entertainment viene distribuito per il mercato Home Video da CG Entertainment e presentato nel formato di 1,85:1 con una risoluzione di 1920×1080 pixel. La confezione è una bella Amaray trasparente con un gradevole Artwork interno raffigurante i due protagonisti. Il film è stato girato totalmente in digitale con fotocamere Arri Alexa XT Plus e lenti Zeiss Super Speed e Ultra Prime, di conseguenza le aspettative sul fronte video sono elevate ma vengono mantenute solo in parte.

A fronte di una scelta del regista e direttore della fotografia di realizzare una pellicola con colori quasi sempre desaturati e tonalità tra l’azzurro ghiaccio e il viola, che spesso tendono a dare agli incarnati una tinta violacea, il risultato non è dei migliori con un dettaglio altalenante e un immagine piuttosto soft. Inoltre il Bitrate medio per tutta la durata del film si attesta su un livello particolarmente basso per il tipo di supporto e solo la bontà della fotocamera Alexa permette di uscirne in modo indolore. Nelle scene con scarsa illuminazione il livello di dettaglio percepito cala notevolmente, per poi riprendere e attestarsi su livelli egregi nei primi piani e nelle scene più illuminate.

Ottimo il comparto audio, che svolge egregiamente il suo lavoro. Troviamo due tracce Lossless in formato 5.1 DTS HD sia per la lingua originale che per il doppiaggio italiano corpose e con una cura particolare per i dialoghi, resi sempre in modo preciso e mai impastati. Considerando che il film per la sua totalità si basa su dialoghi non ci si può certo lamentare e il risultato finale è più che soddisfacente per il tipo di film. L’uso dei canali Surround è minimo e solo nelle parti musicate quasi in punta di piedi.

Purtroppo il comparto degli Extra è il punto debole dell’edizione. Troviamo il solo Trailer.

Acquista la tua copia di “Equals”

Valutazione finale: 6,5/10

Share via
Copy link