Hustle, la recensione del film Netflix diretto da Jeremiah Zagar

Hustle, la recensione del film Netflix diretto da Jeremiah Zagar.

Stanley Sugarman, scout dei Philadelphia 76ers, si aggira per tutto il pianeta alla ricerca di talenti da proporre alla sua squadra. Quando in Spagna s’imbatte in Bo Cruz, operaio con figlia e madre a carico, che gioca fra un turno di lavoro e il seguente, Stan capisce che prepararlo per la NBA potrebbe essere l’occasione di rilancio sia per Bo ma anche per la sua carriera.

Hustle, la recensione del film diretto da Jeremiah Zagar
  • Save

Hustle, la recensione del film Netflix diretto da Jeremiah Zagar con Adam Sandler

La star dell’NBA LeBron James, molto attenta alla moda delle storie a lieto fine e delle pellicole ben curate in ogni particolare, produce assieme ad Adam Sandler una storia di basket e redenzione, con numerosi appigli al rettangolo di gioco e ai retroscena di una qualunque squadra del più prestigioso campionato di basket del pianeta. Poggiando sulle spalle del Newyorchese Sandler il ruolo di un uomo con una conoscenza smisurata del ‘gioco’. Una ex stella del college prematuramente ritiratosi per colpa di una distrazione fatale.

Lo Stanley Sugarman di Sandler è un uomo ai margini a causa di un carattere non semplice e di una società che non lo vorrebbe fra le proprie fila, ma che potrebbe aver trovato nell’operaio ispanico Bo Cruz, il giocatore NBA Juan Hernangomez, molto abile nell’impersonare un alter ego talentuoso ma altrettanto grezzo, la via per rientrare nel giro che conta, il tutto sullo sfondo di una città (Philadelphia) che offre ben più di una citazione al Rocky Balboa di ‘Sly’ Stallone.

Al fianco di Sugarman Queen Latifah, nella parte di una moglie altrettanto tenace, e un amico fraterno impersonato dall’ex star NBA Kenny Smith. Alla fine si sorride e ci si può anche commuovere, ammirandogli allenamenti massacranti, e tutti molto reali, per affinare il gioco dell’oltre due metri Bo, e augurandosi che il sogno dei due sodali possa terminare nel più classico dei modi. Buonissima pellicola con un Sandler in formato Oscar e per una volta distante dal suo ruolo abituale di stella della commedia simil demenziale.

Film che piacerà, e molto, agli appassionati di basket con miriadi di comparse provenienti dal dorato mondo della pallacanestro a stelle e strisce.

Hustle (Id.) USA 2022 Regia di: Jeremiah Zagar. Genere: Drammatico, Sportivo Durata: 116′. Cast: Adam Sandler, Queen Latifah, Ben Foster, Kenny Smith, Jordan Elizabeth Hull, Robert Duvall, Juan Hernangomez, Maria Botto, Anthony Edwards. Fotografia: Zak Mulligan. Musiche: Dan Deacon. Sceneggiatura: Will Fetters, Taylor Materne.

Hustle, la recensione del film Netflix diretto da Jeremiah Zagar.

Giudizio finale: 6,5/10

Share via
Copy link