Recensione film “Run”, di Aneesh Chaganty

Recensione film “Run”, di Aneesh Chaganty.

Dicono che non ci si possa sottrarre all’amore di una madre… ma per Chloe questa non è una rassicurazione: è una minaccia. C’è qualcosa di innaturale, quasi sinistro nella relazione tra Chloe (Kiera Allen) e sua madre Diane (Sarah Paulson). Diane ha cresciuto sua figlia nel totale isolamento, controllandone ogni movimento sin dalla nascita, dietro segreti che Chloe sta solo iniziando ad intuire. Un horror psicologico che mostra come, quando l’amore di una madre diventa troppo stretto… devi scappare.

Aneesh Chaganty ci aveva già dimostrato nel suo “Searching” la capacità di saper gestire, a suo modo, tensione e ritmi da thriller con inquadrature strette e l’utilizzo di pochi personaggi. Il regista di origini indiane torna su questi passi realizzando un nuovo prodotto del medesimo genere. Facendo ancora affidamento esclusivamente su location e a un cast limitato. Con “Run” Chaganty decide quindi di cimentarsi in un duetto all’ultimo spavento, fra la navigata Sarah Paulson (Glass) e (American Horror Story), e la giovane esordiente Kiera Allen.

Recensione film "Run", di Aneesh Chaganty
  • Save
“Run” è un thriller che gioca sulla presenza scenica delle sue due protagoniste…

Entrambe interpretano rispettivamente madre e figlia in questa storia che parla di un rapporto al limite del misterioso e del morboso. Dove una ragazza affetta da una paralisi scopre che dietro alle cure della sua amorevole mamma possa nascondersi una qualche oscura verità. Decisa ad indagare, la giovane scaverà in una serie di indizi che la indirizzeranno verso una soluzione inaspettata. Venendo a conoscenza di fatti ed eventi che mai avrebbe creduto di scoprire sulla sua vita famigliare.

Thriller che gioca sulla presenza scenica delle sue due protagoniste, “Run” è un lungometraggio intrigante e particolare. Colpisce per come riesce a creare un suo discorso personale nell’ambito del genere a cui appartiene, tra trovate hitchockiane e una trama che di per sé riecheggia alla lontana un cult come Che fine ha fatto Baby Jane?.

Il regista Chaganty, senza valicare l’ambizione di voler realizzare un capolavoro, riesce a creare una situazione con le dovute ambiguità del caso, gestendo un montaggio palpitante e stendendo uno script basilare (assieme a Sev Ohanian), con risvolti psicologici e momenti sorpresa situati nei punti giusti e al momento giusto.

Runè cinema dosato con armonia e intelligenza, che riesce perfettamente nell’obiettivo di far saltare sulla poltrona lo spettatore…

Run (Id.) USA 2020 Regia di: Aneesh Chaganty Genere​: Horror, Thriller Durata: 90′ Cast​​: Sarah Paulson, Kiera Allen, Pat Healy, Erik Athavale, Sharon Bajer, Bradley Sawatzky. Musiche: Torin Borrowdale. Sceneggiatura: Aneesh Chaganty, Sev Ohanian. Fotografia: Hillary Spera.

Recensione film “Run”, di Aneesh Chaganty. Guarda tre Clip tratte dal film!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link