Recensione film “Sputnik”, di Egor Abramenko

Recensione film “Sputnik”, di Egor Abramenko.

Nel 1983, in epoca di piena Guerra Fredda tra le due superpotenze nucleari, una navetta spaziale russa sta facendo ritorno da una sua missione orbitale. Quando tutto sembra concludersi per il meglio, la capsula scompare dal radar e di essa se ne perdono le tracce. La navetta riesce comunque fortunosamente ad ammarare, ma l’impatto si rivela fatale per il comandante, mentre l’altro membro dell’equipaggio riesce a salvarsi.

Recuperato, viene portato presso la base scientifica e sottoposto a cure particolari. L’uomo viene sottoposto alle cure psichiche di una giovane neuropsichiatra che scoprirà che al suo interno vive un essere extraterrestre. L’entità ha stabilito nell’uomo una simbiosi totale, tanto da utilizzarlo come involucro protettivo per poter sopravvivere ad un habitat per lui ancora ostile.

Recensione film "Sputnik", di Egor Abramenko
  • Save
Sputnik di Egor Abramenko è un film piccolo e interessante, un’opera prima che guarda ai cult della fantascienza per trovare una sua identità.”

Intrigante e ben realizzato questo film di fantascienza russo del 2020, diretto dall’esordiente Egor Abramenko, ha tutti i crismi del piccolo Cult. Mai distribuito in Italia e giunto direttamente nel circuito televisivo. La possessione di corpi umani da parte di alieni è un classico cinematografico fino dagli anni Cinquanta, da “Ho sposato un mostro venuto dallo spazio” passando per il celeberrimo “L’invasione degli ultracorpi” per poi proseguire fino ai capolavori degli anni Ottanta “Alien” e “La cosa” su tutti. Questo giovane regista esordisce con il botto riuscendo a stupirci e offrendoci un paio d’ore di puro godimento cinefilo.

Nonostante mezzi a disposizione limitati, la creatura è chiaramente prodotta digitalmente, la narrazione è tesa, coinvolgente, ansiogena, con veri momenti di horror. L’ambientazione nella cupa Unione Sovietica pre-glasnost si presta bene ad aumentare la tensione. Il finale un po’ duro e un po’ consolatorio non guasta. Bravi gli interpreti, bravissima e bella la protagonista. Da non perdere!

Sputnik (Спу́тник.) Russia – 2020 Regia di: Egor Abramenko Genere​: Fantascienza, Horror Durata: 113′ Cast​​: Oksana Akinshina, Fedor Bondarchuk, Pyotr Fyodorov, Aleksey Demidov, Anna Nazarova. Sceneggiatura: Oleg Malovichko e Andrey Zolotarev Fotografia: Maxim Zhukov.

Recensione film “Sputnik”, di Egor Abramenko.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link