Ridatemi mia moglie, miniserie TV di Alessandro Genovesi

Ridatemi mia moglie, recensione miniserie TV diretta da Alessandro Genovesi.

Giovanni lavora in banca, Chiara come dottoressa in ospedale. Dopo una conoscenza consumata velocemente e molti anni di un matrimonio che lui crede perfetto e lei ormai stantio e consumatosi irrimediabilmente, Chiara decide di lasciare Giovanni in occasione della festa a sorpresa che lui le ha organizzato…

Una coppia in crisi unita a un retrogusto agrodolce originato da una famiglia, quella di Chiara, Anita Caprioli, che stravede per Giovanni, o per meglio dire con una coppia di suoceri che vede in lui il massimo al quale possa ambire la figlia, mentre la sorella di Chiara, Lucia, l’attrice Diana Del Bufalo, e tutte le sue amiche, giudicano Giovanni una persona noiosa e inadatta a vivere con lei.

Ridatemi mia moglie, recensione miniserie TV di retta da Alessandro Genovesi.
  • Save

Alessandro Genovesi centra l’obbiettivo con eleganza e gentilezza.

Questa la veloce sintesi entro cui si snoda la trama di una miniserie comica di matrice britannica riadattata da Alessandro Genovesi in due episodi. Miniserie a uso e consumo di Fabio De Luigi preso fra i due fuochi di una famiglia acquisita che tifa per lui e un gruppo di amicizie che lo tirano da una parte all’altra con la figura dell’amico e collega, impersonato da Alessandro Betti, che lo impiega come alibi per i suoi ripetuti tradimenti scaricando su di lui colpe che non gli appartengono. Alla fine Genovesi riesce a centrare il proprio obiettivo grazie alla coppia comica Fabio De Luigi, Diego Abatantuono. Con quest’ultimo nel ruolo del padre di Chiara e Lucia, che si ricompone dopo il successo al botteghino di 10 giorni con Babbo Natale.

Genovesi cede al duo le parti di migliore verve comica alla quale si aggiunge la figura di Carla Signoris che impersona elegantemente la suocera di Giovanni. La vita di quest’ultimo rappresenta alla fine quello che troppo spesso può accadere a ciascuno di noi. Ovvero quando la routine può uccidere il piacere della scoperta quotidiana dell’altro e le decisioni sono prese troppo d’impulso.

La miniserie ha quindi l’indubbio merito di stemperare le situazioni più pesanti con battute, scene surreali e momenti divertenti, in un perenne e perfetto equilibrio. Obiettivo quindi centrato per la rivisitazione italiana di una serie d’oltre manica al quale la suddivisione in due episodi consente un maggiore respiro narrativo.

Ridatemi mia moglie (Id.) Italia 2021 Regia di: Alessandro Genovesi. Genere: Commedia Durata: 2 episodi da 80’ ciascuna. Cast: Fabio De Luigi, Anita Caprioli, Diego Abatantuono, Carla Signoris, Alessandro Betti, Diana Del Bufalo. Fotografia: Federico Masiero. Musiche: Andrea Farri. Sceneggiatura: Giovanni Bognetti. Soggetto: tratto dalla serie BBC I want my wife back.

Ridatemi mia moglie, recensione miniserie TV diretta da Alessandro Genovesi.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link