The Suicide Squad – missione suicida, recensione DVD Warner

The suicide squad – missione suicida, recensione del DVD Warner Home Video.

Benvenuti all’inferno, cioè a Belle Reve. La prigione con il più alto tasso di mortalità degli Stati Uniti. Dove sono rinchiusi i peggiori supercriminali, disposti a tutto pur di uscirne: persino unirsi alla super segreta e oscura Task Force X. E così che Bloodsport, Peacemaker, Capitan Boomerang, Ratcatcher 2, Savant, King Shark, Blackguard, Javelin e la psicopatica più amata di tutti, Harley Quinn, pesantemente armati, vengono scaricati sulla remota isola di Corto Maltese, piena di nemici. Avventurandosi in una giungla brulicante di avversari militanti e forze di guerriglia, la Squadra sarà coinvolta in una missione di ricerca e distruzione. Il tutto sotto la guida sul territorio del colonnello Rick Flag e con nelle orecchie le direttive degli esperti tecnologici del governo di Amanda Waller, che dalla base li guidano…

  • Save

Il regista James Gunn raccoglie la sfida e ci regala un nuovo capitolo che risolleva le sorti del precedente film, con classe e merito, riuscendo nell’impresa. E se nei Guardiani della Galassia il regista ex Troma è bravissimo a trovare nei compromessi tra il suo cinema e quello Marvel, i lampi di genialità, qui parte con l’acceleratore a tavoletta e realizza un film Troma ma con un grande budget. Un mix perfetto tra i Guardiani della Galassia e Deadpool, quel senso di squadra fatta da idioti incompatibili, e per questo adorabili, e un’ironia molto splatter.

Ogni personaggio all’interno del film è caratterizzato perfettamente, ognuno con il suo posto definito nella narrazione. Tutti maledettamente cattivi e tutti maledettamente adorabili. Un film come solo Gunn poteva fare, duro, politicamente scorretto, con battutte al fulmicotone e tanta tanta zione.

James Gunn accetta la sfida, e ci regala un film spettacolare e ironico!

Mix musicale di alto livello, come il regista ci ha da sempre abituati. Una girandola di immagini che abbagliano lo spettatore trascinandolo per mano, dove i combattimenti la fanno da padrone. Combattimenti che non sono solo il trionfo degli effetti visivi, ma gustosi e realistici. Una esperienza divertentissima, che non delude mai. Da non perdere.

The suicide squad – missione suicida, recensione del DVD Warner Home Video.
Il film viene distribuito da Warner Home Video, e presentato nel formato cinematografico di 1,85:1 anamorfico. La confezione presa in esame è una semplice Amaray, bella graficamente ma priva di Artwork interno. Pregevole il lavoro svolto in fase di encoding se pensiamo che il film è totalmente girato in digitale. Le immagini, pur con tutti i limiti della bassa definizione, risultano piacevoli, luminose e dettagliate, con colori brillanti che invadono lo schermo. Le riprese con poca illuminazione vengono gestite sempre bene anche se riscontriamo un leggero calo di definizione. Fedele la gamma cromatica e naturali gli incarnati.

Comparto audio classico. Troviamo tre traccie in Dolby Digital 5.1. per la lingua originale, l’Italiano, e lo Spagnolo. Analizzando la pista sonora nostrana ci possiamo considerare soddisfatti. Troviamo una buona dinamicità e una sufficiente ricchezza di dettagli in linea con il tipo di codifica. Campo sonoro sempre di largo respiro che ci permette di cogliere ogni dialogo perfettamente e di cogliere anche i rumori più fini.

Comparto extra in linea con il tipo di edizione. Troviamo la featurette “The Way of the Gunn (8,00′) con molteplici interviste ai vari partecipanti alla realizzazione del film che ci parlano del lavoro del regista James Gunn.

Acquista la tua copia di “The suicide squad – missione suicida”

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link